Gr. 625

Da Modellini Ferroviari Wiki.
Gr. 625.017 a Città del Vaticano
Dopo l'unificazione sotto le FS avvenuta nel 1905 e la conseguente eredità del modo di interpretare la progettazione del materiale rotabile, si erano fatte strade alcune idee che avrebbero caratterizzato tutte (o quasi) le nuove costruzioni di gruppi di locomotive. Infatti l'abbandono della duplice espansione e l'adozione del vapore surriscaldato furono temi ricorrenti su molti gruppi di macchine allora in consegna o con pochi anni di servizio alle spalle. Esempi di questa unificazione di vedute furono l'evoluzione del gruppo 730 in 740, 630 in 640, 875 in 880, 680 in 685 e 600 in 625. In particolare il gruppo 600 che aveva aperto la strada ad importanti innovazioni (quali ad esmpio l'adozione del carrello italiano) beneficiò dell'esperienza fatta sul gruppo 640 per il quale l'adozione della semplice espansione e del vapore surriscaldato aveva dato ottimi risultati. Nel 1909 fu quindi ordinata la serie 625 dotata del generatore di vapore del gruppo 640.

Le nuove macchine potevano disporre di 800 CV e di una velocità massima di 80 km/h. La caldaia lavorava ad una pressione di 12 kg/cm2 che rispetto ai 14 del gruppo "genitore" permettevano un minor stress di tutte le componenti legate alla caldaia. Le caratteristiche di base rimaste invariate permettevano un utilizzo universale della macchina su tutte le linee secondarie con frequenti fermate. Questo ne permise la diffusione in tutta la penisola, ed è per questo motivo che è così conosciuta. Le prime consegne avvenirono nel 1910 e sino al 1914 furono consegnate 108 macchine tutte con guida a destra (come consuetudine dell'epoca). I fornitori dei primi lotti furono Costruzioni Meccaniche di Saronno, Officine Meccaniche di Milano ed Ansaldo. Dopo la prima guerra mondiale l'Ansaldo fornì altre 55 macchine (1922) dotate di guida a sinistra mentre altre 25 furono fornite dalla Germania (costruttore Schwartzkopff) in conto riparazioni danni di guerra. In totale il gruppo contava così 188 esemplari.

I tender con cui le 625 furono dotate furono a tre assi le cui scorte erano rispettivamente di 5 tonnellate di carbone e 12.000 litri di acqua. Verso la fine carriera su alcuni esemplari del gruppo tale tender fu sostituito con il più capace (22 m3 di acqua) a carrelli per via di una certa instabilità nella marcia indietro in testa al treno del tipo originale a 3 assi.

Al termine degli anni '20 le FS pensarono ad una razionalizzazione del parco trazione a vapore, modernizzando quei gruppi che meglio di altri avrebbero garantito una migliore resa ed una maggior unificazione delle parti di ricambio. In questa operazione rientrarono anche 153 locomotive del gruppo 600 che ricevettero un nuovo motore e la modifica al fascio tubiero che consentì l'adozione di un surriscaldatore a tubi piccoli . Alcune macchine però ricevettero le caldaie di ricambio dei gruppi 625 - 640 che erano, come già detto precedentemente, intercambiabili. Le macchine con la caldaia sostituita erano riconoscibili per via del duomo e della sabbiera posti in posizione più avanzata rispetto al Gr. 600. Contestualmente si provvide a sostituire pura la distribuzione utilizzando il meccanismo Caprotti che in quegli anni era molto in voga per via delle ottime prestazioni. Tali macchine furono quindi incorporate nel Gr. 625 conservando la numerazione originaria del gruppo di origine aumentata di 300. Queste macchine erano anche riconoscibili per la forma del tetto della cabina che rimase più piatta rispetto alle sorelle del Gr. 625.

Come accennato precedentemente, le ottime doti di inscrivibilità, il limitato peso assiale e le buone qualità della caldaia contribuirono alla diffusione del Gr.625 su tutte le linee italiane compreso il servizio su alcune linee in concessione (Novara Biella, Santhià Biella e Ferrovie del Sud Est). Per le loro doti di agilità e l'eleganza dell'andatura furono sporannominate "signorine".

Nel 1953 35 macchine furono ulteriormente trasformate per l'utilizzo con preriscaldatori secondo il sistema Franco-Crosti; 25 esemplari porvenivano dal Gr. 625 originario mentre le rimanenti 10 erano trasformazioni di macchine 625 ex Gr. 600. Il nuovo gruppo prese il nome di 623.

Le caratteristiche tecniche del Gr 625

prima serie

anno di costruzione 1910 - 23
unità costruite 188 + 153
massa in servizio 53,8 ton.
peso aderente 43,0 ton.
velocità massima km/h 80
potenza (CV) a 60 km/h 800
sforzo di trazione massimo (kg) 10.200
lunghezza fuori respingenti tender 3'T12 16.695 mm
pressione massima in caldaia (kg/cm2) 12
diametro ruote motrici 1.510 mm



Scala H0

Marcatura Codice Produttore Livrea Epoca Anno Amm.ne DCC Fumogeno Note Foto
625.002 1627 Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III 2012 FS 21MTC n.d. Fanali a petrolio, ruotino a vela piena, pompa freno a semplice stadio. Os.kar-1627.jpg
625.002 1627-DS Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III 2012 FS Sound n.d. Fanali a petrolio, ruotino a vela piena, pompa freno a semplice stadio. Os.kar-1627.jpg
625.062 1626 Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III/IV 2011 FS 21MTC n.d. Fanali elettrici, ruotino a razze, pompa freno a doppio stadio. Oskar 1626 625-062.jpg
625.076 TOP625076 TOP-TRAIN Nero Lucido / Rosso Vagone III n.d. FS n.d. n.d. Costruzione Officine Meccaniche Saronno. Fanali ad olio. Articolo in edizione limitata. Top625076.jpg
625.088 1629 Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III/IV 2013 FS 21MTC n.d. Tender a carrelli, fanali a petrolio, telaio rosso brillante, pompa freno a doppio stadio. Os.kar1629.jpg
625.088 1629-DS Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III/IV 2013 FS Sound n.d. Tender a carrelli, fanali a petrolio, telaio rosso brillante, pompa freno a doppio stadio. Os.kar1629.jpg
625.091 1628 Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III/IV 2012 FS 21MTC n.d. Fanali elettrici, ruotino a vela piena, pompa freno a doppio stadio. Os.kar1628.JPG
625.091 1628-DS Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III/IV 2012 FS Sound n.d. Fanali elettrici, ruotino a vela piena, pompa freno a doppio stadio. Os.kar1628.JPG
625.091 1628-LP Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone III/IV 2012 FS 21MTC n.d. Fanali elettrici, fanali a petrolio intercambiabili, ruotino a vela piena, pompa freno a doppio stadio. Os.kar1628LP.jpg
625.100 1625 Os.Kar Nero Lucido / Rosso Vagone V/VI 2011 FS 21MTC n.d. Versione attuale storica, fanali a petrolio, ruotino a vela piena, DL Bologna. Gr625-100.JPG



Altri progetti

Galleria fotografica delle Gr. 625 su FotoFerrovie.Info