ATR 410

Da Modellini Ferroviari Wiki.

Contemporaneamente allo sviluppo degli ETR 480 la Fiat Ferroviaria di Savigliano verso la fine degli anni novanta sviluppò e realizzò un progetto di treno a due elementi a pendolamento attivo in grado di raggiungere i 160 km/h su linee ferroviarie non elettrificate; la proposta aveva lo scopo di promuovere una serie di ordinazioni da parte delle Ferrovie dello Stato con particolare orientamento verso l'impiego su alcune linee trasversali appenniniche, sulla Ferrovia Jonica e sulla Dorsale sarda che, dopo l'annullamento del programma di elettrificazione in corrente alternata monofase e il conseguente accantonamento dei, mai impiegati, locomotori E.491 era rimasta priva di un programma di ammodernamento e velocizzazione. Il nuovo autotreno, denominato ATR.410, avrebbe dovuto svolgere proprio in Sardegna, nel mese di luglio del 1997, un ciclo di prove ma uscì dalle officine di Savigliano il 21 ottobre dello stesso anno muovendo in Piemonte i suoi primi passi. Venne immatricolato, dalle FS, come rotabile privato 95.83.9.410.991-992 in attesa di future decisioni o ordinazioni.

Una serie di servizi svolti sulla rete ferroviaria italiana, mise in evidenza seri problemi di raffreddamento dei motori elettrici di nuova concezione a magneti permanenti. La serie di vicende connesse alla vendita di Fiat Ferroviaria alla Alstom e lo scarso interesse dimostrato dalle nuove ferrovie riguardo ai servizi regionali, (come quello della rete ferroviaria della Sardegna), portarono all'abbandono del progetto, che avrebbe richiesto una riprogettazione della trasmissione, malgrado un investimento di circa 10 milioni di euro.

L'ATR.410 è nel parco rotabili del Museo Ferroviario Piemontese di Savigliano (CN).

Scala H0

Marcatura Codice Produttore Livrea Epoca Anno Amm.ne DCC Note Foto
ATR 410 5305 Rivarossi Bianco / Rosso V 2000 FS Non predisposto Serie Galletto, livrea bianca fascia rossa, 2 elementi Atr410 R.jpg