ALe 803

Da Modellini Ferroviari Wiki.

Il progetto dell'ALe 803 nacque nel 1957 per sopperire all'urgenza di potenziamento del servizio pendolare e vicinale attorno alle grandi aree metropolitane e venne sviluppato sulla base di quello delle ALe 601. L'ordinazione venne passata all'industria ferroviaria due anni dopo, nel 1959, prevedendo la costruzione di un lotto di 35 treni composti di motrice, carrozza intermedia e rimorchiata semipilota permanentemente accoppiate a costituire un elettrotreno vero e proprio. Le commesse vennero ripartite tra Officine di Savigliano (9 treni), Officine Meccaniche della Stanga, (9 treni) e Aerfer (in seguito Sofer) per 17 elettrotreni. Le consegne, iniziate nel 1961, si conclusero nel 1963. La costruzione venne differenziata nel tipo di accoppiamento in quanto le unità da 001 a 020 ebbero normali respingenti e ganci di trazione mentre le unità da 021 a 035, destinate al servizio metropolitano di Napoli, furono dotate di gancio automatico integrato. Nel 1970 venne ordinato un ulteriore lotto di 18 elettrotreni che vennero costruiti sulla base dello stesso progetto ma con frontali dotati di finestrini di sicurezza più piccoli. Ebbero anche la frenatura elettrica ma per motivi di economia utilizzarono motori e carrelli dismessi provenienti dagli ETR 220 e ETR 300 (ai quali erano stati sostituiti con altrettanti nuovi gruppi in seguito al loro potenziamento). Un'ulteriore differenza, rispetto alla prima serie, fu la decisione di costruirne 8 a quattro elementi. Le unità dotate dei gruppi motori e dei carrelli dismessi accusarono tuttavia vari inconvenienti che portarono alla disattivazione della frenatura elettrica e, entro gli anni settanta, alla sostituzione dei carrelli con quelli delle nuove ALe 801, derivate anch'esse dallo stesso progetto nel 1973.

A partire dal 1982 i treni di 1ª serie iniziarono ad essere modificati nei frontali mediante sostituzione degli originali parabrezza ampi con quelli corazzati, più piccoli, della seconda serie.

Al luglio 2013 risultavano operative quattro unità a Lecco, tre erano accantonate mentre una era incidentata. A settembre 2014 risultavano operative 2 unità a Lecco. A novembre 2014 risultano attive diverse unità a Trieste, sulla tratta Trieste-Udine o Trieste-Venezia.

A fine marzo 2015 venne definitivamente accantonata anche l'ultima unità rimasta in circolazione assegnata al deposito locomotive di Lecco di Trenord.

Scala H0

Marcatura Codice Produttore Livrea Epoca Anno Amm.ne DCC Note Foto
ALe 803.002 + Le 803.006 91404 Big Models / MdF Giallo Sabbia / Rosso Bordeaux Va 2010 FS NEM 652 Prima serie, respingenti tradizionali, vetri Triplex, striscianti piatti, fanali sporgenti, fregi FS adesivi, motrice + rimorchiata pilota
ALe 803.006 + Le 803.108 + Le 803.013 91401 Big Models / MdF Giallo Sabbia / Rosso Bordeaux IV/V 2009 FS NEM 652 Prima serie, respingenti tradizionali, vetri Triplex, striscianti piatti, motrice + intermedia + rimorchiata pilota Bm91401.jpg
ALe 803.007 + Le 803.112 + Le 803.005 91402 Big Models / MdF XMPR V 2009 TI NEM 652 Prima serie, fascia rossa tra i fanali, respingenti tradizionali, vetri Triplex, striscianti piatti, motrice + intermedia + rimorchiata pilota Bigmodels91402.jpg
ALe 803.014 + Le 803.104 + Le 803.001 91403 Big Models / MdF Giallo Sabbia / Rosso Bordeaux IV 2010 FS NEM 652 Prima serie, respingenti tradizionali, vetri Triplex, portellone frontale di origine con vetro grande, scaricatori a corna Bigmodels91403.jpg
Le 803.112 + Le 803.120 91451 Big Models / MdF Giallo Sabbia / Rosso Bordeaux IV/V 2010 FS NEM 652 Rimorchiate intermedie, giallo sabbia/rosso bordeaux, porte di origine in lega BM-MdF 91451.jpg

Altri progetti

Galleria fotografica delle ALe 803 su FotoFerrovie.Info